Strum. Urbanistici

Contenuti

Responsabile testi, immagini, aggiornamenti: Cristiano Strinati

Antonio Sommi Picenardi

Storico

Il marchese Antonio Sommi Picenardi nacque a Paderno il 13 febbraio 1856 dal marchese Giuseppe e dalla nobildonna Camilla Thanoffer. Storico di valore, fu autore di numerose opere di storia locale e di Araldica. Tra le sue opere, quella di maggior rilievo è senza dubbio “Effemeridi padernesi”, un importante manoscritto conservato nell’archivio comunale di Paderno che, in un’elegante rilegatura, racchiude numerose e interessanti notizie sulle vicende del paese. Sono sempre informazioni degne di fede, ricavate dagli archivi delle famiglie Picenardi e Ugolani. Inoltre, fu autore del “Dizionario biografico dei musicisti e fabbricatori di strumenti musicali cremonesi” la cui copia originale è conservata presso la Biblioteca civica di Cremona. Partecipò attivamente alla vita del paese, dove risiedeva quando i suoi impegni non lo richiamavano altrove. Fu per molti anni fabbriciere della parrocchia; all’inizio del ‘900, come assessore lo ritroviamo nella giunta comunale. Rimase scapolo fino all’età di 57 anni quando sposò la cinquantenne contessa Clara Camilla Stanga, vedova del conte Adalberto Suardo. Il 1º luglio 1921, dopo aver venduto la villa padernese (“Villa Laura”, dal nome della bisnonna Laura Bonfio), si trasferì con la moglie nella di lei villa di Mazzuolo in provincia di Mantova. Qui morì il 12 novembre 1924.

Galleria

Sondaggi

Che voto dai complessivamente al 'piano neve' dei giorni scorsi ?

View Results

Loading ... Loading ...